Matera Inerti, il rinnovamento di un’azienda etica materana

A dispetto della loro staticità, gli inerti di Matera vivono un periodo di grande vitalità. A guidare il settore è la Matera Inerti, storica azienda della capitale europea della cultura e leader nella produzione di massetti autolivellanti. Per rafforzare la sua leadership, negli ultimi anni, l’azienda ha investito nell’innovazione di prodotto, grazie all’ausilio di nanotecnologie fra cui biossido di titanio, biossido di silicio e la nanoallumina, e in quella di processo, attraverso la gestione della produzione mediante un controllo basato su sistemi esperti per garantire la conformità dei processi al modello organizzativo 231. “Il codice etico, i brevetti, il know-how e il rating di legalità ottenuto con un punteggio di 2+ stelle sono alcuni dei fattori che ci consentono di rivitalizzare il settore e aumentare il nostro vantaggio competitivo – dichiara Antonello Ribba, amministratore di Matera Inerti – abbiamo intrapreso dei percorsi di alta formazione in sinergia con la Regione Basilicata e collaborazioni scientifiche con i maggiori player europei del nostro settore, interessati alle tecnologie e alle competenze che stiamo sviluppando”.
La Matera Inerti si è avvalsa negli ultimi mesi del supporto scientifico del Dott. Angelo Romano e del Dott. Fabio Fanari, dottorandi in ingegneria chimica del team della iInformatica Srls, una collaborazione che ha contribuito ad innovare profondamente l’azienda materana.

(fonte: iinformatica.it)

Special And Innovative Transformers

In the European capital of culture there are brilliant realities that innovate customized processes, products and services. Among these it is possible to find AL Srl, a company that produces transformers and which is located in the La Martella industrial area.
A company that produces conventional and special electrical transformers, tailor-made on the basis of tailor-made specifications provided by the customer or experimental.
In this context, the further innovation was the introduction of the Internet of Things, which allows us to establish a dialogue between control sensors, customers and producers, in order to provide high standards of customer care, service and satisfaction. The 4.0 transformer is in fact a company patent, which aims at fault prevention and efficient monitoring of Made in Matera transformers. The customer can interface with its own transformers directly through the app ‘Transformer4.0’ developed by the iInformatica, with the work of Emilio Massa and Cristiano Di Gabriele, protagonists of the development.
‘Innovating with high quality standards is our mission’ – says in a note Rocco Chiechi, commercial director of the company AL – ‘tailor-made today makes the difference also in the transformer sector, and our challenge of Made in Matera by investing in research and innovation is already producing the first results’.

Aroundly, The Participatory Guide For The Enhancement Of The Territory

A virtual tour guide already active in 17 cities in Italy and open to all to accompany tourists and visitors to discover our country. Born from the turmoil of Matera 2019, European Capital of Culture, Aroundly is now a project widely used and open to hosting new cities. It is sufficient to draw up a list of the main points of interest of the municipality (squares, streets, viewpoints, monuments, statues, churches, museums), provide a photograph and a brief description to allow the team of iInformatica Srls to create the relative semantic base in the artificial intelligence engine and make the city available on the application. The participants in the project will be mentioned in the presentation banner of their city on Aroundly, in the app’s credits and in official communications sent to local newspapers. “We need to enhance the terroritory and people who live there, using high-innovation techniques – explains Vito Santarcangelo, designer of Aroundly and administrator of iInformatica – an initiative that supports tourism in our cities and makes everyone involved in the promotion of the territory. The more than 5000 users of the platform and the consents we receive from them and numerous influencers motivate the growth of this initiative and the whole Aroundly project”.

 

Download 📲 http://app.aroundly.it

Angelo Inglese, Quando L’arte Incontra L’innovazione

La qualità, l’esclusività e l’originalità sono solo alcune delle caratteristiche del tailor-made di Angelo Inglese. A pochi chilometri da Matera, nella città di Ginosa, sorge un laboratorio di moda ad alta innovazione che negli ultimi anni ha proiettato la sartoria pugliese nel mercato internazionale. Gestione dei processi di lavorazione con supporto di sistemi esperti, consulenza remota su misura, un consulente virtuale h24 in app basato su intelligenza artificiale e processi produttivi ad alta innovazione con applicazione di nanotecnologie antimacchia sono solo alcune delle novità brevettate. “La moda e la tecnologia rappresentano un connubio altamente sinergico e per essere al passo con i tempi abbiamo deciso di sposare l’innovazione – racconta Angelo Inglese, noto, tra le altre cose, per aver realizzato la camicia del principe William al suo matrimonio – La tecnologia ci aiuta a dialogare in modo interattivo e costante con il cliente. Questo ci consente di essere sempre presenti anche a migliaia di km di distanza grazie all’ausilio del consulente virtuale da noi brevettato”. L’app Angelo Inglese, disponibile su Google Play e App Store, rappresenta un canale di accesso esclusivo per i tanti clienti che sposano lo stile Angelo Inglese. L’applicativo è stato sviluppato dalla società materana iInformatica, grazie all’impegno di Diego Sinito, Antonio Ruoto, Michele Di Lecce e Vincenzo Ribaudo.

 

Download 📲 http://inglese.newapp.cloud

 

Rondaguard, L’innovazione Made In Italy Nel Mondo Della Security

L’evoluzione nella gestione dei processi aziendali ha portato anche attività tradizionali come quella della vigilanza armata ad incentivare il cambiamento tecnologico. L’internet of things ha rivoluzionato lo scenario degli ultimi anni, per questa ragione nel 2016 la società iInformatica ha depositato un brevetto d’invenzione su un sistema innovativo che rivoluziona il settore della sicurezza privata grazie all’IoT. Il sistema chiamato SmartGuard consente, mediante dei marker fisici e la geolocalizzazione, di creare un’interconnessione fra edificio da monitorare, guardia giurata, centrale operativa e cliente finale. Una modalità che permette di monitorare l’attività di vigilanza realtime e aumentare la trasparenza delle attività nei confronti dei clienti, l’efficienza del servizio e la relativa customer satisfaction. Spesso, infatti, i clienti non sono soddisfatti dell’assenza di riscontro realtime delle attività di ronda effettuata mediante sistemi offline manuali o basati su tag. Il sistema, perfettamente personalizzato sulla base delle esigenze del cliente, è conforme al GDPR e alla normativa sul lavoro, tutelando la privacy, i diritti del lavoratore e la produttività aziendale. Così è nato RondaGuard, personalizzazione di SmartGuard realizzato con l’Istituto di Vigilanza La Ronda del Materano. Il progetto ha visto coinvolte guardie e personale specializzato della centrale operativa, fra cui il security manager Anna Ramajola, e molte risorse della società siculo-lucana iInformatica, fra cui Vito Santarcangelo, Antonio Ruoto, Cristiano Di Gabriele, Vincenzo Ribaudo, Sergio Vitullo e Michele Di Lecce, al fine di realizzare un prodotto tailor-made efficiente e profondamente innovativo.

 

Visita il sito di Smartguard

(articolo pubblicato su prlog.org)

IInformatica, Una PMI Innovativa Under 35 Vocata Ad Alti Standard Internazionali

Fare business al sud nel rispetto delle regole e puntando con forza sulle risorse umane. Questa è la sfida della iInformatica, attiva nel territorio dell’Italia meridionale dal 2014.

Ricerca e innovazione, divulgazione e accrescimento del know-how, confronto multidisciplinare e tutela della proprietà intellettuale sono alcuni degli ingredienti alla base della strategia del gruppo di giovanissimi dell’azienda made in Sud.

Valori che possono essere riscontrati nel codice etico della società, pubblicamente consultabile sul sito internet aziendale. Al fine di perseguire standard qualitativi elevati, la PMI innovativa ha già adottato un modello organizzativo 231 ed i suoi processi aziendali sono sottoposti a controlli periodici da un organismo di vigilanza multidisciplinare composto dall’Avv. Francesco Paolo Staffieri, l’avv. Maria Desire’ Montesano e la Dott.ssa Fausta Schirone.

La cultura della sicurezza del dato è una delle mission della società, per questa ragione la iInformatica ha effettuato una nomina volontaria di un Responsabile della protezione dei dati, per garantire il controllo costante dei processi informativi in compliance GDPR e standard elevati comparabili a quelli dei grandi competitor.

Un approccio culturale d’impresa innovativo che può essere d’esempio per tante realtà del sud.

(articolo pubblicato su prlog.org)

Aroundly, The App For Traveling In Italy

Along with the long line of cities already available, Aroundly recently added Naples, Viterbo and Rome.

Summer is coming and it’s time to explore Italy with the app that has accompanied over 5000 travelers to discover the most visited destinations in our country. Along with the long line of cities already available, Aroundly recently added Naples, Viterbo and Rome.

The capital of Campania follows the already explored Matera, Cagliari, Erice, Catania, Trapani, Syracuse, Palermo, Castelsardo, Alberobello, Trieste, Maratea, Ragusa and Modica. Developed by iInformatica Srls, which includes among others iOrdino and iPlaya applications, Aroundly has used the experience of Antonio Ruoto and Mario Mosca for the city of Naples, lecturers at the Suor Orsola Benincasa University.

At the tours modeled on the traveler’s preferences, the routes shared with new friends nearby and the opportunity to browse events and places of greatest interest in recent weeks Aroundly has also introduced a humanoid chatbot named Undy, based on a powerful semantic network developed by Diego Sinitò, Michele Di Lecce and Antonio Gaito.

 

Download Aroundly App http://app.aroundly.it

 

“We have entered a new phase – note Vito Santarcangelo, founder of iInformatica – The success of downloads, to date over 5000, and the voluntary support of influencers and users urge us to move forward on this path, enriching this tourist initiative profit of new features and increasing the number of destinations to always guarantee the best possible experience “.

(articolo pubblicato su prlog.org)

IPlaya, La Nuova Estate Dei Lidi 4.0

Chi si appresta a frequentare i lidi assolati del nostro paese in questo caldo agosto, se fortunato, avrà la possibilità di vivere un’esperienza senza precedenti grazie all’Internet of things. iPlaya è l’app multipiattaforma che apre ufficialmente un nuovo canale di comunicazione tra utenti e strutture balneari. L’applicazione, sviluppata e brevettata (nel 2016) da iInformatica Srls, consente ai clienti di riservare comodamente dal proprio smartphone l’ombrellone tra quelli disponibili per la data selezionata, di usufruire del servizio barman on demand e di avere sempre a propria disposizione un assistente virtuale. Attraverso il calendario digitale, i gestori, possono tener traccia delle prenotazioni registrate e delle disponibilità residue, gestire i clienti e gli abbonamenti, verificare i pagamenti e monitorare il flusso in tempo reale. Un vero e proprio servizio premium che gli utenti potranno utilizzare scaricando iPlaya gratuitamente da Apple Store e Google Play. Completamente personalizzabile sulle esigenze dei responsabili delle strutture balneari, l’applicazione è inoltre la soluzione per la compliance GDPR del lido, il regolamento generale sulla protezione dei dati a cui i gestori dovranno adeguarsi dal 25 maggio. “Nella Regione Sicilia, dove è già attiva iPlaya abbiamo avuto un successo notevole, in termini di appeal per gli utenti e di management per i gestori – nota Vito Santarcangelo, ingegnere materano, fondatore di iInformatica – un processo di trasformazione in lido 4.0 che ci auguriamo di vedere presto per tutte le strutture italiane”. L’applicazione è completamente gratuita per l’anno 2018, e rappresenta un rivoluzionario strumento a costo zero per gli stabilimenti italiani.

 

Download app: http://app.iplaya.cloud

(articolo pubblicato su prlog.org)

L’estate Italiana Alla Scoperta Dei Funghi

L’estate è tempo di mare ma anche di montagna. La Basilicata è il luogo ideale per trascorrere qualche giorno in altura e approfittare della natura per scoprire le numerose varietà di funghi che la abitano.

Accrescere la cultura della micologia è la sfida lanciata da iMico, app serious game della PMI lucana iInformatica.

Il nome deriva dall’unione dei due concetti chiave che stanno alla base dell’applicazione, l’informatica e la micologia.

iMico è destinata ad un pubblico molto ampio ma, come tutti i serious game, oltre ad intrattenere contiene importanti elementi educativi.

Grazie ad iMico, infatti, anche i piccoli giocatori possono scoprire i fondamenti della Micologia. La sezione “Impara” raccoglie le caratteristiche principali di ogni fungo presente nell’archivio, del quale sarà possibile consultare una scheda informativa (nome, famiglia, tipologia) e un disegno fedele all’originale. Tutti i disegni sono stati realizzati con tecniche digitali dall’artista palermitano Gioele Gargano. Inoltre, per mettere alla prova le proprie abilità sulla materia, la sezione “Gioca” è ricca di quiz e memory. Tuttavia, oltre ad essere un esperimento didattico, iMico è soprattutto un esperimento scientifico di ricerca e sviluppo. Una sezione sperimentale, infatti, integra il mondo del Deep Learning alla micologia, consentendo all’utente di individuare la famiglia di apparenza di un fungo, con relativa probabilità di correttezza, semplicemente scattandogli una foto.

L’app è stata presentata al comune di Stigliano con la partecipazione dell’Ordine dei dottori agronomi e forestali della provincia di Matera e durante il corso di educazione e formazione micologica regionale organizzato dall’Endas Basilicata. Oltre a rivoluzionare il mondo della micologia, iMico ospita una community dove appassionati ed esperti possono condividere le proprie esperienze e contribuire alla crescita del progetto lucano.

L’applicazione, che non intende sostituire il parere degli esperti, rappresenta a tutti gli effetti un esperimento didattico che contribuirà a far esplorare le meravigliose montagne della Basilicata, come il massiccio del Pollino.

 

DOWNLOAD App iMico : http://app.imico.cloud

(articolo pubblicato su prlog.org)

GDPR

Dal 25 maggio entra in Vigore il nuovo regolamento sulla Protezione dei dati (UE 2016/679) noto come GDPR (General Data Protection Regulation). Nell’ultimo periodo si sta riscontrando un notevole fattore disinformativo, che inquieta le realtà del nostro paese senza fornire informazioni valide e coerenti con quanto richiesto dalla norma. Il GDPR si applica a tutti i soggetti giuridici (imprese, associazioni, professionisti, enti) che utilizzano dati personali dei cittadini europei.

 

Per comprendere quanto tutti i soggetti giuridici siano fautori di un trattamento di dati personali basti pensare come esempi all’acquisizione di dati mediante form online, alla produzione della busta paga, all’acquisizione dei dati per un contratto di servizio, all’installazione di un sistema di videosorveglianza, all’utilizzo di lettore di badge e alla erogazione di un accesso wifi hotspot ai propri clienti. In caso di inosservanza delle regole si rischiano pesanti sanzioni amministrative (fino a 20 milioni di euro, o alternativamente, sino al 4% del fatturato mondiale).

 

Il GDPR non è un software, non è un hardware e non è una normativa relativa ai sistemi informatici. Il GDPR è una normativa di natura organizzativa e di processo sulla Protezione dei dati. Per essere conformi alla normativa è quindi necessario attuare processi organizzativi, documentali e operativi che siano personalizzati sul singolo trattamento dati effettuato. Il trattamento dati espletato mediante strumenti di natura informatica (server, computer, device mobile) richiede di valutare ed adeguare gli stessi. La norma richiede quindi di definire un’organizzazione sulla gestione del trattamento dati, definire il titolare, il responsabile e gli incaricati al trattamento. La nomina del DPO (Data Protection Officer) è obbligatoria solo per autorità e organismi pubblici e per soggetti che effettuano come attività principale trattamenti dati quali “monitoraggio regolare e sistematico su larga scala” (es. grandi centri di elaborazione di buste paga, imprese di sorveglianza, supermercati con tessera fedeltà) e trattamenti “su larga scala di dati particolari o giudiziari” (es. istituti medici, laboratori di analisi). La norma richiede quindi una definizione organizzativa del One Stop Shop del trattamento con relative nomine, e policy relative ai singoli trattamenti effettuati (con relativi DPIA).

 

In funzione delle dimensioni aziendali e del tipo di trattamento effettuato è possibile decidere se implementare il registro del trattamento. Non opzionale è invece il registro del Data Breach (registro delle violazioni) che richiede quindi una crescita culturale e formativa degli attori del GDPR sulla sicurezza delle informazioni. Per tale motivo è importante minimizzare il rischio delle infrastrutture IT (mediante attività di Audit specialistico finalizzate al Vulnerability Assestment che coinvolge organizzazione e adeguamento degli Asset informatici aziendali, Disaster Recovery Plan e Penetration Testing).

 

Tale panoramica mostra come per l’adeguamento GDPR non sia sufficiente produrre documenti preconfezionati (i trattamenti variano da azienda in azienda), o acquistare un software o un hardware; è, invece, necessario un percorso formativo e di awareness (guidato dai principi della privacy by design e by default) degli attori aziendali al fine di strutturare l’organizzazione in conformità con il regolamento, per una crescita e un miglioramento qualitativo della propria realtà.

 

La nostra società è specializzata nei servizi di consulenza avanzata e di adeguamento aziendale relativo alla normativa GDPR.